Samhuinn Festival - Edimburgo

>> domenica 1 novembre 2009

SAMHAIN FESTIVAL (Antica Festa Celtica - detta anche Samhuinn)- Edimburgo
31 Ottobre

...Festival antica che segnava la fine dell'estate e l'inizio dell'inverno per i celti scozzesi...
...i personaggi colorati rappresentano l'estate...
...quelli scuri... l'inverno

La serata è iniziata con la Parata, che dal Castello è scesa verso Holyrood (lungo il Royal Mile) e poi c'è stata una rappresentazione teatrale all'aperto con la "lotta" tra l'estate e l'inverno...

Red Men (Uomini Rossi)

Sopra : The Green Man (l'uomo verde)

Sopra : Valravyn Qui

Sopra : Summer Dancer ( Danzatrice Estiva)


Sotto : Wild Hunt (Caccia selvaggia)

Da diversi anni, "La Beltane Fire Society" si sta impegnando per far rivivere questa ed altre festività celtiche ad Edimburgo, per far sì che la magia e il mistero delle antiche usanze Scozzesi non vadano dimenticate...

Ma cosa rappresenta il Samhain?

La festa di Halloween deriva da un'antica celebrazione che aveva luogo in Scozia, in Galles e in Irlanda. Si tratta del Samhain, il Capodano celtico, periodo che indicava la fine dell'Estate (semestre della luce) e l'inizio dell'Inverno (semestre scuro), e che durava fino al mese di Maggio, quando poi tornava l'estate, celebrata con la "Festività del Beltane"
In questo periodo era usanza andare al mercato per fare le ultime vendite e scambi di bestiame e prodotti agricoli, si saldavano i debiti e i crediti e si riscuotevano gli interessi. Si faceva l'ultimo raccolto prima dell'inverno e le bestie venivano spostate dai pascoli alti a quelli in pianura oppure rinchiuse in recinti per proteggerli durante l'inverno.
Era anche tempo per salutare gli amici perché d'inverno viaggiare per incontrarsi era difficile. Si organizzavano spettacoli, come quella di ieri sera ad Edimburgo, chiamati "Spettacoli Goloshan". Il tema principale di queste antiche recite era la lotta tra la luce e il buio, cioè tra l'estate e l'inverno. I due protagonisti (che rappresentano il re dell'estate e il re dell' inverno) lottano fino alla morte, con l'inverno che vince come l'inevitabile susseguirsi delle stagioni, ma prima che finisce la recita il re dell'estate si riprenderà, così assicurando il ritorno del periodo della luce.
Queste celebrazioni duravano diversi giorni ma il giorno di Samhain (31 Ottobre) era il principale momento di passaggio da una stagione all'altra. Per questo motivo era considerato un giorno magico e particolare, in cui il velo fra i due mondi si assottigliava e la comunicazione fra morti e vivi era più facile. I fatati e gli spiriti erano particolarmente attivi in questa notte. Era egualmente uno dei tanti momenti per onorare e ospitare gli antenati morti. Si lasciava dei viveri e qualche sedia sull'uscì delle porte, in modo che gli spiriti potessero ristorarsi. Si accendevano torce e fiaccole per segnalare il cammino e agevolare loro il ritorno.
Poi con l'avvento del Cristianesimo, la chiesa cercò di appropriarsi di questa festività pagana, e per renderla più cristiana, fece diventare il 1 Novembre, la festa di Ognissanti. E piano piano le figure fatate, gli spiriti, le torce e fiaccole diventarono semplicemente una festa sopratutto per bambini come la conosciamo noi, cioè Halloween!!
Cliccate qui per una descrizione più dettagliata di Samhain

1 commenti:

Sym 7 maggio 2011 08:33  

che belle queste foto....un bellissimo Beltane....*__*

Il Tempo ora ad Edimburgo...

  © Blogger templates Palm by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP