Raduno dei Clan e Highland Games

>> sabato 25 luglio 2009

Un piccolo resoconto di questo Raduno dei Clan e Giochi delle Highlands tenuti il 25 e 26 luglio 2009 - considerato il più grande "Raduno internazionale dei Clan" del Mondo


"Sembra di stare sul set di Brigadoon" (film musicale americano del 1954, ambientato in Scozia) dice una ragazza di Glasgow, e guardando in giro non si può darle torto. Il Raduno dei Clan a Holyrood, Edimburgo ha richiamato tanta gente vestita dalla testa ai piedi nei colori del proprio tartan.

Cliccare qui per le foto più belle

In questi 2 giorni di Raduno, 47,000 persone sono arrivati a Holyrood Park, in pieno centro a Edimburgo per vedere i giochi delle Highlands, lancio del martello, del tronco, della pietra, tiro alla fune ecc., nonché gare di danza e di cornamusa, poi musica dal vivo, artigianato di qualità e i migliori cibi e bevande locali.



C'era chi era arrivato da San Francisco, Singapore e Nuova Zelanda, e naturalmente dalla Scozia. Cmq c'erano più stranieri che Scozzesi, e pare che erano anche più informati sulla storia dei clan degli Scozzesi stessi!! Kyle, una signora che aveva uno stand dove vendeva T-shirt e borse artigianali con disegni scozzesi fatti da lei, diceva che molte signore canadesi le chiedevano a quale clan appartenesse e rimanevano scioccate quando lei diceva di non saperlo!! In 20,000 hanno guardato la parata con oltre 8000 esponenti dei vari clan (una simile parata non si vedeva dal 1822), mentre accompagnati dai pipers hanno camminato su per la Royal Mile da Holyrood al Castello la sera del 25 Luglio, dove poi si è svolto il Clan Pageant - Spettacolo di musica, ballo e quant'altro dove veniva narrata la Storia dei Clan.

Cliccare qui per vedere la Parata : (ci sono 20 sec. di pubblicità prima del video, ma vale la pena aspettare)

C'erano 124 clan rappresentati, e 85 capi clan presenti, più di quelli che si erano riuniti per Culloden. Tutto era ultra-scozzese. Dalle insegne informative che erano tutte in gaelico, alle unghie di alcune ragazze dipinte con l'immagine del saltire scozzese.

I vari clan stavano in un "villaggio" con i loro gazebi, distribuiti in nessun ordine particolare, dove c'erano ad esempio i Forbes e i Gordons, che trascorsero il 16° secolo ammazzandosi a vicenda, in due gazebi adiacenti, o i Campbells di Glencoe, a pochi metri dai loro acerrimi nemici, i Macdonalds. In molti gazebi si potevano vedere i capi clan, quasi sempre uomini, di solito di una certa età e molto posh come Lord Elgin, capo del clan Bruce, discendente di Robert the Bruce, che ora ha 85 anni e dice che spera di vedere il 700° anniversario della battaglia di Bannockburn nel 2014. Ma c'erano anche sette capi clan femminili, alcune molto glamorous. Il raduno è stato inaugurato dal Principe Carlo, che, appena attraversa il confine con la Scozia, diventa il Duke of Rothesay.

La sua presenza ha causato abbastanza emozione tra i presenti, anche di un gruppo che partecipavano ad una festa di addio al celebato che volevano a tutti i costi regalargli una bambola gonfiabile all'interno di un "posing pouch" (specie di tanga maschile). Dall'altra parte del parco, invece, è stato totalmente ignorato dai Na Fir Dileas, un gruppo Giacobita che vorrebbe la restaurazione degli Stuart. I soci di questo gruppo indossavano vestiti dell'800 e fumavano le "Royal" " Se viene qui da noi troverà un altro re Carlo, dicono indicando il ritratto sulla parete di Bonnie Prince Charlie. "Cmq lo tratteremmo con rispetto come faremmo con qualsiasi altro futuro re straniero." Con la presenza della famiglia Reale, Alex Salmond momentaneamente non era il personaggio più in vista, ma non sembrava dispiacersene. Con il suo tartan appariscente, il Primi Ministro passeggiava orgogliosamente in mezzo alla folla insieme al suo staff. Salmond ha sostenuto questo raduno, e ci guadagnerà sia politicamente che economicamente per il grande successo che ha avuto. Ieri sembrava l'icona della felicità. Quando la gente si fermava a stringergli la mano era lui a suggerire di fare anche una foto!! Cmq, al Raduno si è visto più di qualcuno in lacrime : gli scozzesi che vivono all'estero e gli Americani con discendenza scozzese per l'emozione di trovarsi qua, e dall'altra parte gli Scozzesi per il prezzo dei drink!! A titolo di cronaca, ieri sono state vendute 10,000 pinte di birra.

Caledonian Deuchar IPA ( uno degli sponsor)

Read more...

>> lunedì 20 luglio 2009

LE ISOLE SHETLAND

image

... tra brughiere, scogliere, scenari spettacolari, animali che vivono in armonia con la natura, laghi, spiagge, tanto verde e tanta pace.

... e poi numerosi resti di insediamenti dell'età della pietra e del bronzo che potete ammirare sia nei siti archeologici che nei musei.

Le Shetland si trovano a 150 chilometri a nord della Scozia e sono formate da un centinaio di isole, 15 delle quali abitate. Ci vivono oltre 24.000 abitanti.

Sull’isola più grande, Mainland, troviamo la capitale, Lerwick, dove ogni anno nell’ultimo martedì di gennaio si svolge la festa del Up Helly Aa con una grande fiaccolata in ricordo del passato vichingo durante la quale s’implorano gli dei scandinavi per il ritorno del sole primaverile. La festa termina con l’incendio in alto mare di un drakkar, la tipica imbarcazione vichinga.

Infatti gli abitanti originari delle Shetland hanno una cultura più vichinga che Scozzese. Questa diversità la notiamo oltre che nei loro festival, anche nel loro marcato dialetto, e nella musica basata prevalentemente sul suono del violino (Hardanger Fiddle - usato per musica folk), più che della cornamusa.

Lerwick è famosa anche per i caratteristici lodberries, case tradizionali costruite in riva al mare dotate tutte di un piccolo pontile privato (foto sopra)

Girando tra le isole troviamo vivaci villaggi di pescatori, ma anche rovine di torri e castelli dell'epoca normanna, desolate brughiere dove si incontrano solo allevamenti di pecore (che producono la famosa lana Shetland), e per chi sceglie l'inverno c'è sempre la possibilità di vedere l'aurora boreale (foto sotto).

Il vento e la turbolenza dei mari che circondano le isole hanno modellato una scogliera frastagliata da fessure, archi, e caverne. Un tale habitat naturale consente di ospitare vere e proprie colonie di uccelli di mare, oltre un milione di esemplari di 22 specie diverse, cosa che rende le Shetland una delle mete preferite degli appassionati di birdwatching(ornitologia).

Molto numerose anche le foche e le focene.

Come arrivarci dalla Gran Bretagna...

Per voli dalle principali città della Gran Bretagna vedere qui : Qui

Tutti i voli sono diretti all'aeroporto di Sumburgh all'estremità meridionale dell'arcipelago. Dall'aeroporto c'è un servizio autobus per Lerwick, il capoluogo delle Shetland.

Inoltre da Aberdeen, Glasgow ed Edimburgo con la British Airways vedere qui :
Qui

Spostamenti interni tra le isole
Per i voli interni da Lerwick verso le altre isole Shetland vedere qui gli orari :
Qui

Con il traghetto da Aberdeen - La NorthLink Ferries
Qui effettua la traversata da Aberdeen a Lerwick, la capitale delle Shetland, sull'Isola Mainland.
Da Aberdeen c'è l'attraversata alle 17:00 oppure alle 19:00, a secondo del giorno di partenza e si arriva sempre alle 7.30 della mattina seguente. Quattro giorni a settimana dal 1° Aprile-31 Ottobre si passa per Kirkwall (Orcadi).
Il porto d'arrivo è ad un paio di km da Lerwick città.

Read more...

>> venerdì 17 luglio 2009

Lo sapevate che... ?
Il mezzadro scozzese

Mentre era al lavoro nei campi, un povero mezzadro scozzese sentì un grido d’aiuto provenire dalla palude vicina. Lì con le gambe incastrate nella melma nera, c'era un ragazzino terrorizzato che urlava e cercava inutilmente di liberarsi. Il mezzadro accorto del pericolo accorse e riuscì a portare il ragazzino in salvo. Il padre di quel bambino era un nobile: la sera stessa bussò alla casa del mezzadro e per sdebitarsi si offerse di pagare le scuole a suo figlio. Così il figlio del mezzadro potè frequentare i migliori istituti del Regno Unito e laurearsi in medicina fino a diventare famoso. Il suo nome infatti era Alexander Fleming, lo scopritore della penicillina. Qualche tempo dopo, il figlio del nobile che il mezzadro aveva salvato si ammalò gravemente di polmonite: e la penicillina lo guarì. Si chiamava Winston Churchill, il premier britannico che fermerà Hitler. Senza saperlo, con un solo gesto il mezzadro scozzese aveva cambiato due volte la storia dell’umanità.

Read more...

Tantallon Castle

>> martedì 14 luglio 2009

Io amo particolarmente questo castello... anche se ormai è in rovina... Si tratta dell'ultima maestosa fortezza costruita in Scozia... ubicata nella campagna di North Berwick, una cittadina non lontana da Edimburgo

Apparteneva alla grande casata dei Douglas, una delle più potenti famiglie baronali, in Scozia.
Costruito intorno al 1350.Aveva la singolarità di essere arroccata in cima ad un promontorio, protetta su 3 lati dal mare, e dall'altro difesa da un doppio fossato con una possente cortina alta 15 mt. e spessa 3,7mt.

Punto strategico per il commercio fra Scozia e Inghilterra, e fortezza inespugnabile per ben 300 anni finché non venne distrutto da Cromwell nel 1651. La cortina con le sue torri dove si svolgeva la vita dei nobili è senza dubbio il miglior esempio superstite della sua età in tutta la Scozia.


Mi è piaciuta particolarmente questo commento che ho trovato sul Web... (lasciato da turisti Italiani) ...cmq ho trovato tutti commenti assolutamente positivi...

... la vista dalla strada non ci suscita in verità grandi entusiasmi, presentandosi da questa prospettiva come una massa squadrata piuttosto monotona; ma varcato l’ingresso (£3 a testa), attraversato il vasto prato davanti e superato l’arco che si apre nelle spesse mura, avvertiamo inspiegabilmente di trovarci in uno dei luoghi più suggestivi del nostro viaggio. Nonostante l’atmosfera di decadenza (o proprio per quella), impressionano la mole e l’altezza dei muri, gli strapiombi che precipitano in mare sui tre lati non visibili dall’esterno, il panorama immenso sulle coste circostanti dove puoi lasciar vagare la fantasia immaginando invasioni barbariche vichinghe...; lo spettacolo è ancora più avvincente dalla sommità della torre principale, una delle poche accessibili tra tutti i castelli che abbiamo visitato in Scozia... un castello decisamente intrigante...




Sotto : Il Fantasma di Tantallon


... e come in tutti i castelli che si rispettino anche qui c'è un fantasma... Ecco un riassunto di un articolo apparso su Internet l'anno scorso :

Nel maggio 2008 un concorso online lanciato dall’università dell’Hertfordshire invitava chiunque fosse in possesso di foto di fantasmi di mandargliele. Foto sono arrivate da ogni parte del mondo, le migliori 50 sono state votate da 250mila persone, chiamate a scegliere quella, a loro giudizio, più convincente.

...VINCE IL FANTASMA DEL CASTELLO SCOZZESE...

la foto è stata scattata a un castello vicino a Edimburgo, Tantallon Castle, e mostra una figura in abiti seicenteschi che guarda verso il basso da una finestra sbarrata da un'inferriata. La figura e' spettrale e mette in soggezione.

L'immagine si è aggiudicata il 39% delle preferenze.

La figura in abiti elisabettiani ha subito colpito per la sua autenticità, tanto che successive analisi condotte da tre esperti di Photoshop hanno confermato la mancanza di qualsivoglia intervento umano. In altre parole, la foto sembra vera. E, quindi, il fantasma ci sarebbe davvero..., anche se i più scettici insistono nel dire che si sia trattato di un insolito riflesso della luce sul muro e sulle grate della finestra.

Intervistato, l'autore dello scatto, Christopher Aitchison, ha detto che non si era minimamente accorto di quanto avesse immortalato sul momento, solo quando ha riesaminato le immagini, ha scorto il fantasma fare capolino dalla finestra.

Le autorita' del castello dichiarono che non sono previste scene in costume, ne' visite guidate con hostess in costume storico e che non doveva esserci nessuno a quella finestra.

Ma chi sarà mai il fantasma ?

GIACOMO V - Secondo gli studiosi della materia, lo spettro fotografato dall’escursionista apparterrebbe, in realtà, a Giacomo V, il re scozzese imprigionato nel castello di Tantallon attorno al 1520, quand’era poco più che un ragazzo, ma nessuno sa spiegarsi il motivo per il quale il fantasma sarebbe ora tornato.

Ora per migliaia di persone sparse in ogni parte del mondo, quest'immagine sarebbe la prova tangibile dell’esistenza dei fantasmi.

... e dolcis in fondo... come non aggiungere che si trova a North Berwick, ossia la città dichiarata la più assolata di tutta la Gran Bretagna...!! con le sue belle spiagge larghe e uno stupendo campo da golf che si affaccia sul mare...

Sotto : Un video di Tantallon

Read more...

Luoghi di Edimburgo con una storia da raccontare...

Maggie Dickson's Pub
Zona Grassmarket 92, (la strada sotto al Castello)

Il Maggie Dickson's Pub (Maggie Dickson, conosciuta come "Maggie impiccata a metà") deve il suo nome a una venditrice di pesce che nel 1723 dopo essere stata lasciata dal marito, ebbe un figlio illigittimo con un altro. Il bambino morì e lei nascose il corpo e per quest'azione e per l'adulterio venne condannata all'impiccagione. Maggie Dickson fu impiccata pubblicamente sulla piazza di Grassmarket il 2 Settembre del 1724. Molti curiosi assistettero all'esecuzione, le impiccagioni rappresentavano, all'epoca, una grande attrazione. Finito l'esecuzione ci fu una lotta tra studenti di medicina che vollero il corpo ed i familiari ed amici della vittima. Vinsero i familiari ed gli amici e così deposero il corpo di Maggie Dickson in una bara e lo portarono via in un carretto per sotterrarlo. Ad un certo punto sentirono dei colpi provenienti dall'interno della bara, e scoprirono che la donna era miracolosamente sopravvissuta. Poiché per la legge scozzese la donna era stata dichiarata morta non poterono impiccarla di nuovo e dopo quest'avventura visse (spero felicemente) per ben altri 40 anni. Maggie Dickson è restata una figura molto presente nella storia di Grassmarket e di tutta Edimburgo. All'interno del pub c'è una zona con scheletri ed altre cose macabre.

Sotto : Alcuni immagini dell'interno del pub

Info :
Indirizzo: 92 Grassmarket, EH1 2JR
Telefono: 0131 225 6601
Orari di apertura settimanale : 11.00am - 1.00am tutti i giorni
Bevande alcooliche : Buona selezione di birra, whisky e cocktails
Bevande calde: Tè, caffè, cioccolata calda
Cucina : Cucina moderna con varie insalade, panini, patate al cartoccio con vari ripieni(ottimi dovunque le mangiate) , hamburger, haggis gigante ed una selezione di dessert
Cucina aperta : Dalla 11.00 - 19:00 tutti i giorni
Musica : Via music system
Ragazzi/bambini : Fino alla 18:00
Accesso x disabili : Accesso x disabili e bagno separato per disabili
Clientela: Molti turisti, studenti. Atmosfera vivace.
Posti a sedere fuori : Alcuni
Altre attrazioni : Sport su Sky e Setanta su schermo plasma

Read more...

>> mercoledì 8 luglio 2009

Loro ci amano... ricambiamo il loro amore!!

Gli Scozzesi sono grandi amanti degli animali e mi sembra importante mettere un articolo che parla di questi grandi amici dell'uomo, soprattutto adesso che è estate, un periodo in cui hanno bisogno più che mai del nostro aiuto...

Paradiso o Inferno ?


Un uomo, il suo cavallo ed il suo cane camminavano lungo una strada.
Mentre passavano vicino ad un albero gigantesco, un fulmine li colpì, uccidendoli all'istante.
Ma il viandante non si accorse di aver lasciato questo mondo e continuò a camminare, accompagnato dai suoi animali. A volte, i morti impiegano qualche tempo per rendersi conto della loro nuova condizione...
Il cammino era molto lungo; dovevano salire una collina, il sole picchiava forte ed erano sudati e assetati. A una curva della strada, videro un portone magnifico, di marmo, che conduceva a una piazza pavimentata con blocchi d'oro, al centro della quale s'innalzava una fontana da cui sgorgava dell'acqua cristallina.
Il viandante si rivolse all'uomo che sorvegliava l'entrata.
"Buongiorno"
"Buongiorno" rispose il guardiano.
"Che luogo è mai questo, tanto bello?"
"È il cielo"
"Che bello essere arrivati in cielo, abbiamo tanta sete!"
"Puoi entrare e bere a volontà".

Il guardiano indicò la fontana.
"Anche il mio cavallo ed il mio cane hanno sete"
"Mi dispiace molto", disse il guardiano, "ma qui non è permesso l'entrata agli animali".
L'uomo fu molto deluso: la sua sete era grande, ma non avrebbe mai bevuto da solo.
Ringraziò il guardiano e proseguì.
Dopo avere camminato a lungo su per la collina, il viandante e gli animali giunsero in un luogo il cui ingresso era costituito da una vecchia porta, che si apriva su un sentiero di terra battuta, fiancheggiato da alberi.
All'ombra di uno di essi era sdraiato un uomo che portava un cappello; probabilmente era addormentato.
"Buongiorno" disse il viandante.
L'uomo fece un cenno con il capo.
"Io, il mio cavallo ed il mio cane abbiamo molta sete".
"C'è una fonte fra quei massi"
, disse l'uomo, indicando il luogo, e aggiunse: "Potete bere a volontà". L'uomo, il cavallo ed il cane si avvicinarono alla fonte e si dissetarono.
Il viandante andò a ringraziare.
"Tornate quando volete", rispose l'uomo.
"A proposito, come si chiama questo posto?"
"Cielo"
"Cielo? Ma il guardiano del portone di marmo ha detto che il cielo era quello là!"

"Quello non è il cielo, è l'inferno".
Il viandante rimase perplesso.
"Dovreste proibire loro di utilizzare il vostro nome, di certo questa falsa informazione causa grandi confusioni!"
"Assolutamente no. In realtà, ci fanno un grande favore. Perché là si fermano tutti quelli che non esitano ad abbandonare i loro migliori amici..."

(Paulo Coelho)

Read more...

Qui c'è un modo per aiutare i nostri amici abbandonati...

Servizio salvataggio animali abbandonati in autostrada

Se vi capita di vedere un'animale abbandonato in autostrada, potete ancora aiutarlo semplicemente mandando un sms per far si che le forze dell'ordine avviino le operazioni di soccorso.

clicca qui per sapere come fare :

Read more...

Un pò di oggetti IRN BRU (bevanda analcolica Nazionale Scozzese)

Un Taxi

Uno Scooter

Un Autobus

image

...e addirittura il suo Tartan!!

image

Read more...

>> domenica 5 luglio 2009

The COCA COLA Company ha dichiarato guerra all'Irn Bru (bevanda analcoolica nazionale scozzese)

La Scozia è l'unico posto al mondo dove la propria bevanda analcolica nazionale, cioè l'Irn Bru, vende più della coca cola.

La Compagnia ha dedicato un'edizione speciale all'amatissimo poeta Scozzese Robbie Burns(Robert Burns) per celebrare la 250° anniversario della sua nascita. Il compleanno è il 25 Gennaio, ma per quest'anniversario importante ci sono eventi dedicati a Burns lungo tutto l'anno

L'edizione speciale ha una foto di Burns su uno sfondo rosso.

Di solito queste edizioni speciali vengono prodotte per grandi eventi a livello mondiale come le Olimpiadi.
E' la prima volta che la fanno per un'unica nazione, tale è la loro determinazione ad incrementare le vendite della coca cola.

A parte Babbo Natale, Burns è la prima persona che viene raffigurata sulla loro bottiglia.

Certi ci sentiamo onorati, ma sappiamo cosa c'è sotto!!

image

My heart's in the Highlands,my heart is not here;
My heart's in the Highlands,a-chascing the deer;
A-chasing the wild deer,and following the roe;
My heart's in the Highlands wherever I go.

- Robert Burns -

Read more...

Luoghi Speciali in Scozia :
St Kilda
(Ebridi Esterne - Isole a nord-ovest della Scozia)

St. Kilda

Mi sono documentata un pò su queste isole e devo dire che me ne sono innamorata. St. Kilda è un'oasi naturalistica di eccezionale valore, tutelata dall'UNESCO : un luogo davvero magico.
Dicono che una volta visitate queste isole, ti rimane il ricordo indelebile per tutta la vita.

Questo remoto arcipelago, dalla natura selvaggia e incontaminata, con le sue spettacolari bellezze naturali, fa parte delle isole Ebridi Esterne e venne definito dai Romani, "un luogo ai confini del mondo"...
Ritrovamenti archeologici testimoniano la presenza di insediamenti permanenti fin dall'Età del Bronzo

Un pò di storia...

Infondo all'articolo c'è un video di Hirta, l'isola maggiore, dove ci sono alcune riprese in bianco & nero della vita quotidiana degli ultimi abitanti dell'isola e poi come appare oggigiorno. La musica dei video di St. Kilda è sempre piuttosta struggente, sicuramente per mettere in risalto anche la parte più triste della sua storia, ossia quando gli ultimi 36 abitanti lasciarono l'isola nel 1930, e misero fine ad una straordinaria storia di sovravvivenza.

Dalla metà del XIX secolo, ormai i contatti sempre più numerosi con il mondo esterno li aveva privati della loro autosufficienza, ed i Kildani decisero di abbandonare l'arcipelago in cerca di una vita più facile e comoda.
Cmq. successivamente, molti di loro, soprattutto gli anziani, si pentirono di questa decisione e fecero una petizione per poter tornare nella loro amata terra. Purtroppo il governo non accolse la loro richiesta... e St. Kilda divenne un'isola deserta.

St Kilda oggigiorno

Il governo poi nel 1957 ci costruì una base militare, e da allora Hirta è abitata da alcuni uomini dell'esercito, che rimangono lì anche nei mesi invernale per tutelare l'isola, che altrimenti rimarebbe deserta.

Poi durante i mesi estivi piccoli gruppi di archeologi volontari lavorano sull'isola per recuperare gli edifici originari che gli antichi Kildani hanno lasciato. In ogni abitazione c'è una targa con il nome dei proprietari che ci hanno vissuto. Cmq. anche se ci vanno per lavorare devono pagare per rimanere sull'isola, e si dice che c'è una richiesta altissima per andarci...

Per i turisti c'è un piccolo campeggio a 6 posti.

Arrivarci non è facilissimo, sia perché dista 64 km dall'isola più vicina, sia per le condizioni atmosferiche non sempre favorevoli alla navigazione. Persino i militari e gli archeologi non possono programmare il giorno preciso in cui arrivare o ripartire... dipende dal tempo! Cmq, chiunque abbia messo piede sull'isola per qualche ora, qualche settimana o diversi mesi come i militari, tutti concordano nel dire che ogni istante trascorsa lì è davvero indimenticabile.

Per chi vorrebbe andarci...

Ci sono vari modi per arrivarci. Si può fare una tappa durante una crociera : c'è ne sono diverse che si fermano a St. Kilda. Oppure si può contattare uno degli operatori privati che fanno traversate giornaliere dalle altre isole Ebridi. Il viaggio dura ca. 3 ore a seconda di dove si parte. Poi non è neanche cosa insolita vedere qualche yacht privato che si ferma nella baia. Insomma arrivarci non sarà facilissimo ma neanche impossibile. Basta un pò di spirito di avventura...

Qui c'è il link alla pagina generale per le mini crociere(x famiglie e piccoli gruppi) e viaggi giornalieri con operatori privati : http://www.kilda.org.uk/charterboats.htm

Dalla pagina generale ho scelto qualche operatore(non dico che sono i migliori, solo per darvi un'idea)
Queste sono 2 link per l'attraversata da Harris con operatore privato: http://www.kildacruises.co.uk/trips/ (£180 a persona per 1 giorno)

http://www.seaharris.co.uk/st-kilda-prices.htm (£160 a pers. x un giorno. Sconti x ragazzi sotto i 14 anni)

Questi sono link per qualche mini crociera (x famiglie e piccoli gruppi): http://www.beyondthebluehorizon.co.uk/kilda2.html (3 giorni, 2 notti £350 a persona - si dorme a bordo)


http://www.guideliner.co.uk/calendar_2008.htm ( a partire da £490 a pers. 4 giorni, 3 notti, tutto incluso - si dorme a bordo)

Ed ecco il link per una crociera più grande (Hebridean Princess) : http://www.hebridean.co.uk/cruises/hebrideanoutposts3.html

Le temperature sono in genere fredde, con una media intorno ai 5,6°C a gennaio e 11,8°C a luglio.

L'UNESCO

Nel 1986 le isole vennero elencati tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO sia per le qualità naturali della terra, per il mare, e per le specie di uccelli marini che lo popolano.
E nel 2005 St. Kilda divenne uno dei 24 siti al mondo ad essere considerati Patrimonio dell'Umanità per le sue straordinarie qualità naturali e culturali.

E' stata girato un film nel 1938 che parla della storia dell'arcipelago e dello stile di vita particolarissima dei Kildani intitolato "Ai confini del mondo".


Read more...

Il Tempo ora ad Edimburgo...

  © Blogger templates Palm by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP